Crea sito

Panzanella

Ricetta povera toscana, nata come azione di recupero degli avanzi, per non buttare via nulla. È davvero una delle ricette cardini della cucina toscana estiva. Buona, gustosa e fresca non può mancare sulla vostra tavola. Essenziale per la buona riuscita di quest ricetta è la qualità del pane deve essere raffermo, ma non un pane commerciale, ma quello di una volta, ovvero un pane consistente, cotto a legna con farina macinata  a pietra, come il mio! Il pane commerciale altererebbe la ricetta, diventerebbe pappa, invece deve risultare umido, non papposo.

Come ogni ricetta con pochi ingredienti, la buona riuscita è imputabile totalmente alla qualità degli ingredienti, devono essere freschissimi ed eccellenti…a tal proposito occhio all’olio, non un olio qualsiasi!

  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 4
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • Pane raffermo (rigorosamente Toscano) 500 g
  • cipolla 1
  • pomodori 2
  • basilico 1 ciuffo
  • Aceto q.b.
  • Olio extravergine d'oliva (Toscano) q.b.
  • sale q.b.

Preparazione

  1. Prendete il pane e mettetelo in una scodella con acqua fresca, appena si sarà ammorbidito, strizzatelo bene e mettetelo dentro un’altra scodella.

  2. Tagliate i pomodori e le cipolle sottili con una mandolina, e unitele al pane, aggiungendo anche qualche fogliolina di basilico, secondo i vostri gusti.

  3. Salate, condite generosamente con l’olio e bagnate con un po’ di aceto di vino bianco.

  4. Coprite con una pellicola, e lasciate la panzanella a riposare in frigorifero almeno 4 ore prima di servirla.

Note

/ 5
Grazie per aver votato!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.